RSS

Ehi tu, dici a me?

Sti premi mi esaltano sempre un sacco. Comparire nella lista dei blog scelti (che sia la lista dei blog più sfigati, che sia quella dei blog meritevoli...) mi fa rendere conto che finalmente sono finita nel giro friendly della blogosfera e come dico sempre io: sono tutte carezzine per l'ego.
Quindi oggi ringrazio CherryBlossom e procedo con l'elencarvi sette cose di me, come da regolamento. Premetto che trovare 7 cose che ancora non vi ho detto o che ancora non avete dedotto... è dura. Agli ultimi arrivati segnalo che qui intanto ci sono cinque vecchi random facts.


1- Non ho un talento! O meglio, non l'ho ancora scoperto e questo spesso mi fa pensare. Non so suonare uno strumento, non ho mai praticato uno sport a livello agonistico (a parte danza moderna per cinque anni ma questa è un'altra storia e di sicuro non è uno sport) e non c'è qualcosa che so fare in particolare; però so stendere i panni per scala cromatica e scacciare le cimici senza strillare e sto quasi diventando esperta nella spesa intelligente. Come direbbe Enstein, non ho un talento ma sono appassionatamente curiosa. Forse un giorno scoprirò la nobile arte del cucito.

2- La più importante ma allo stesso tempo la più evidente: la mia più grande passione riguarda i Peanuts. Forse il quanto non è chiaro, ma nell' ultimo anno ho raggiunto livelli discutibili al punto di addobbare il presepe così (magari a qualcuno è sfuggito, ma l'avevo scritto in un post). Mia madre è disperata! Mi adiro se qualcuno non da la giusta importanza a un fumetto come questo, se non conosce Schulz e così via... Abbigliamento, libri, gadget, adesivi, poster, vignette sparse sui muri, bigliettini d'auguri... Chi mi conosce sa come andare a colpo sicuro in fatto di regali. Tuttavia ho deciso di porre fine a questo fanatismo e mi limiterò all' acquisto dei volumi che mi mancano.

3- Continuando sul filone del 'non ho mai': non ho mai fumato (o forse una volta in gita in primo superiore ma con scarsi risultati), non bevo alcolici e di conseguenza non mi sono mai ubriacata, non ho tatuaggi nè piercing (e mai ne avrò), non bevo caffè (...), non ho mai passato una serata in discoteca, non sono mai stata in montagna, non sono mai stata a un concerto, non ho mai avuto un animale domestico... come dite? Che esistenza triste?
Ve l'ho detto che sono vecchia inside ma un giorno vi sorprenderò.

4- Era estate, avevo 11 anni e mia madre stanca di vedermi ciondolare per la casa mi propose come aiuto gratuito in un parrucchiere. No, capite? Che madre sciagurata! Dovevo quindi spazzare, accogliere i clienti, segnare gli appuntamenti, sciacquare i lavelli, fare il caffè, riempire i dispenser dei prodotti, sistemare le spazzole. AVEVO UNDICI ANNI. A undici anni una persona normale fa i compiti delle vacanze, ma io li avevo fatti tutti in tre giorni e avevo già letto i libri per il progetto di narrativa e guai a propormi di andare a giocare per strada con gli altri. Però mi piaceva, sono ancora in ottimi rapporti con la titolare del negozio (leggasi sconti a vita) e ancora ricordo la sua espressione quasi commossa quando le chiesi 'posso stare qui con voi?'. Questo si è ripetuto per tre estati di fila e anche nelle vacanze natalizie. Una sorta di mascotte che girava per il salone e ricordo anche che tutti mi volevano bene. A quell' età rispondevo prontamente: da grande voglio fare la parrucchiera. Ossignore! Ricordo anche mia madre strillare quel giorno che tornai a casa con le mechès rosse tra i capelli. Però a settembre, tornata a scuola, mi invidiavano tutte.

5- Sin dalle elementari gli altri mi temevano a causa della mia indole autoritaria (autorevole?) così negli anni ho scoperto di non essere portata per i giochi di squadra ma che piuttosto io dovevo comandare, tenere le redini del gioco. Non ridete. Succede che due anni fa mi iscrivo al corso per diventare arbitro di pallavolo. Nella teoria e quindi all'esame scritto sono stata la migliore, nella pratica invece non ero proprio una cima nel senso che la calma e la pazienza non sono il mio forte quindi ho smesso. Questo succede anche nei giochi da tavolo, per intenderci, non accetto la sconfitta e chi è in coppia con me piuttosto preferirebbe saltellare sui carboni ardenti in fila indiana.

6- Già qui non so che altro dirvi. Sempre a Forlì, ho frequentato un laboratorio teatrale. Mi hanno poi chiesto di far parte di una piccola compagnia teatrale chiamata Living Act e mi sono esibita nella vesti di Sax, in Esperando; una rielaborazione di Aspettando Godot di Samuel Beckett. Sì appunto, non abbiamo girato il mondo nel caso ve lo steste chiedendo. Poi, ho abbandonato.

7- E concludo dicendovi che sogno di lanciarmi in bungee jumping, con il paracadute e di fare immersioni subacquee in Thailandia. Tutto questo se lo vorranno i Maya.
Dite che forse è meglio invertire l'ordine?


Passo la palla ad altre sette, premio:
Micol di Di tutto un po'
Cristina di 24volteme
Lunga di Sotto il segno del piccione eheh te la sei cercata :P
Michela di  Anch'io voglio un blog
Costanza di Ci ho il bloggo esistenziale
Savannah di Frank
Gio di Donna con i pantaloni

17 commenti:

  1. Ma grazie mille mia cara!
    Però mi raccomando, ad un concerto ci devi andare prima o poi eh! Te lo ordino. Anzi, ci andiamo insieme.
    Grazie del premio! <3

    RispondiElimina
  2. non è valido!!!
    hai ceduto ad una catena...
    mi crolla un mito :oP

    (detto cosi sembra tutto controsenso XD )

    RispondiElimina
  3. non ho fatto troppo rumore però.
    Ric ho detto che sono contraria ai nazi give away ma mica per questo disdegno cose soft come queste suvvia :P

    RispondiElimina
  4. Ma che carino questo post!! Il presepe e' fantastico, dove diavolo hai pescato i personaggi?? E in quanto all'episodio della parrucchiera e delle meches, direi che tua madre se l'e' cercata! Heh heh heh

    RispondiElimina
  5. grazie mille cara amica blogger !!!!!! a breve seguirà mio post per ringraziarvi come si deve per questi premi ! sono lusingata ! mitica Emy ! un bacio enorme !

    RispondiElimina
  6. @soproblEMY
    vabbè, vabbè... solo perchè sei tu mi giro dall'altra parte =D

    RispondiElimina
  7. @Lucy van Pelt Lucy li ho fatti con l aiuto di un mio caro amico, con photoshop...sono di carta :) troppo orgoglio!

    RispondiElimina
  8. eccomi! grazie per la nomination!
    sarà fatto a breve.
    comunque una cosa tesoro, e ubriacati almeno una volta nella vita! sai quante belle cose da raccontare poi!
    pensando a te ho deciso di fare un post proprio sulle mie migliori sbronze!!

    RispondiElimina
  9. grazie!!!!!! (anche qui..!) :)

    RispondiElimina
  10. Fatemi capire una cosa...questo premio è solo per blogger donna??
    Mi sono imbattuto in decine di blog solo femminili: mamme, studentesse, innamorate, viaggiatrici,...
    Ma i maschi??? forse non ci prestano attenzione a questi riconoscimenti? bah..non ho un blog quindi non so esprimermi in merito, se qualcuno però mi avesse insignito di tale onore sicuramente avrei contraccambiato.
    Comunque, si, sono molto curioso, sono andato a ritroso partendo da questo blog e mi sono letto tutti i random fact di qualche decina di blogger (il femminile di blogger?) in più mi sono soffermato a leggere altri post di alcune di esse...morale della favola: ho perso una mattinata di studio...vabbe' meno ore di sonno questa notte!!
    Comunque vi svelo anche io due cose di me che nel mondo del web nessuno sa' (...forse):
    - Ho fatto Taekwondo per 10 anni e sono arrivato a conseguire la cintura nera I Dan...purtroppo nel 2002 ho lasciato per forza maggiore;
    - Io ed Emy abbiamo avuto lo stesso professore di italiano alle scuole superiori (andatevi a leggere i 5 random fact segnalati ad inizio post!)
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Hai ragione Luigi, fammi conoscere qualche blogger uomo allora :)

    Mio fratello è cintura nera II dan di karate, mi piace come sport!
    abbiamo avuto lo stesso prof?

    RispondiElimina
  12. @micol Micol è che l'idea di vomitare non mi alletta e il mio corpo l'alcool lo rifiuta..ci provo ma niente :(

    aspetto il post hahaha

    RispondiElimina
  13. @Costanza Pasqua Cocchi hai ragione, è che mi piacciono i tiromancino e mi prendono tutti per una cretina :/

    RispondiElimina
  14. I peanuts li adoro anche io...non a livelli maniacali ma mi difendo bene...
    la storia della parrucchiera mi ha fatto morire..però la rivincita te la sei presa con le meches rosse...:-)

    sono arrivata qui dal blog della lunga..ti seguo...ciao! ^^

    RispondiElimina
  15. @Soproblemy
    Io farti conoscere blogger uomini???
    Allora tu ignori la legge non scritta che esiste fra ragazzi: mai presentare una ragazza ad un altro ragazzo!
    ahahah...no scherzo, non ne conosco blogger uomini e tanto meno donne sei tu la prima con cui sto chiacchierando un po, generalmente mi limito a leggere i post e poche volte i commenti. Comunque io sul tuo blog ci sono arrivato dal blogroll di Ginlemonblog.com quindi qualcuno forse lo conosci già!
    Per quanto riguarda la storia del professore d'italiano, anche il mio ci lasciava finire di ricopiarlo il giorno successivo ed io puntualmente, siccome ero una schiappa in italiano, mi facevo aiutare da mia sorella a casa per scriverne uno decente. Il giorno successivo non solo perdevo l'ora a ricopiarlo ma facevo in modo tale da finire l'opera di ricopiatura giusto alla fine della lezione in modo tale da perdermi la spiegazione dei promessi sposi...che ovviamente detesto!

    RispondiElimina
  16. hahahahaha io non, non sono mai stata una schiappa solo che i temi imposti mi stavano troppo sulle scatole e per pigrizia, preferivo prepararlo a casa ;) la letteratura italiana non mi ha mai avuta!

    Sia Vincenzo che Peppe (un altro amico), sono blogger uomini ma dubito che avrebbero accettato una simile catena quindi mi sono indirizzata alle blogger ;)

    RispondiElimina

mi vuoi dire qualche cccosa?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...