RSS

Così fan tutte. Le fescion blogger.

Facciamo come quelle che mettono foto a ca...so sul blog, giusto per riempirlo, per dire che oggi hanno scritto un post e hanno la coscienza a post. E lo intitolano 'five things' perché minchiate suona male, ma mica solo things. No, anche toughts e fashion.* Appunto, mica pizza e fichi.


Io ci ho provato a girare per il mercato di paese e trovare ispirazione, cose vintage, la borsa col cammeo arrugginito di Nonna Abelarda, magari. 
Niente, solo i gamba-letti come li porta Belen. Roba pesa eh!
Scommetto che voi non lo sapete mica come lo infila Belen. Il gambaletto.
Così, mi sono sentita come Corona -senza reflex però- con le signore col sedano in busta, che mi facevano spazio, perplesse. Niente autografi, che a me l'autografo lo chiede solo il cassiere figo dell' AeO. Ma questa è un'altra storia.


Ormai sono entrata nel tunnel delle verdure. Roba che non mangio più nulla senza contorno, cetrioli, finocchi, carote. Jolly è contenta, dice che almeno così mangio sano e non sta in pensiero. Mamma, anche.
Ve lo devo proprio dire: come le faccio io le carote in padella con la cipolla di Tropea, nessuno. Succede che vado a dormire e ho voglia di carote con la cipolla -con tanto sale- e non lo so mica come la pensa Freud, al riguardo.
Belle queste in foto eh? Non sono mie. Le mie sono queste, brutte ma buone.


Libido in plastica dura, sei cm. Ora sono una donna completa e per questo devo ringraziare Donato che mi ha portato in dono dal Lucca Comics, l'action figure di Lucy Van Pelt. Non saprei neanche lontanamente descrivervi la mia reazione davanti a tanto splendore. Cicciolina all' ippodromo e Francesco ai piedi di Ibrahimovic, godrebbero meno. Sicuramente.


Sempre per restare in tema. Lei è Milena, la mia cuginetta, ha soli 4 mesi e stamattina me la sono ritrovata così vestita. Ero in estasi. Quanto è fashion? Altro che la figlia di Katie Holmes con la borsetta Prada e il tacco 5. Le ho fatto un discorsetto da donna a donna e sinceri complimenti, penso mi abbia capita. 


Della serie: incontri proficui in treno. La signora difronte aveva ben due libretti di cucina e con la mia solita discrezione, ho atteso che finisse di sfogliarli per darci un'occhiata. Poco dopo mi sono ritrovata a fotografare -ricopiare a penna faceva tanto old style- le ricette con grado di difficoltà: minimo.
Mi sono sentita tanto desperate housewife. Ho messo la testa a posto da quando la fame si fa sentire. Non ho più l'energia di Pannella, come un tempo.
Questa foto in realtà ha il secondo fine di mostrarvi quanto sono diventata brava nello smaltarmi le unghie, quanto sono al passo con la moda e quanto ormai l'onicofagia è un lontano ricordo. Ditemi brava.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti -omn, omnicch e quaquaraqua- non è da ritenersi puramente casuale.

15 commenti:

  1. Prego. Peccato non averti vista mentre lo ricevevi.

    RispondiElimina
  2. La domanda è: come cazzo sono i gambaletti alla Belen?

    RispondiElimina
  3. si, davvero, i gambaletti alla belen dovevi comprarli solo per farci capire come sono.
    io preferisco l'aspetto delle tue carote, cmq.

    RispondiElimina
  4. ohhh, grazie Pamela :P

    emy

    RispondiElimina
  5. Mi associo alla curiosità. Serve magari a rilanciare un prodotto che notoriamente non gode di buona fama? Facciamo come le calze color carne di kate middleton.

    RispondiElimina
  6. OH, sei talmente migliorata che nemmeno "blogger" quando rispondi ai commenti ti riconosce e devi commentare come... Anonimo??? XD

    RispondiElimina
  7. anvedi 'sta rosicona!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Emy? chi è l'invidiosa qui sopra?

    RispondiElimina
  9. non lo so mica Riccardo. Non ce ne curiamo :P

    ero al pc in puglia e non ricordavo la pass di google account, maledizione!


    emy

    RispondiElimina
  10. mai fatte le carote con la cipolla... potresti postare la ricetta!!! ;-)))

    RispondiElimina
  11. @eco: addirittura! mi imbarazzi :P e comunque non occorre granchè, riscaldi un po' d'olio, ci aggiungi la cipolla (poca/tanta a seconda se vuoi mangiarla o solo soffriggerla) e le carote a rondelle. Metti il coperchio. Di tanto in tanto aggiungi l'acqua. Sale quanto basta. Divenute morbide le carote, sono pronte :) SQUISITE

    RispondiElimina
  12. bravissima! bello lo smalto :P

    RispondiElimina
  13. grazie :)


    @ric: pensavo, non vorrei che l'anonimo fosse Belen! pheegaton! :P

    RispondiElimina
  14. Ma fantastico il gambaletto alla Belen...
    e come sarà mai il gambaletto alla Belen???
    "Sentammè" ma come son le carote con le cipolle insieme?
    Io la verdura la amo alla follia ma le carote mannaggia a me non mi riesce mai di cucinarle in un modo che mi piacciano, son troppo dolci..
    proverò questa abbinata con la cipolla di tropea e vediamo...
    Altra cosa, altro che gambaletto "super fashion" alla Belen...
    le dita che sfogliano il librino di ricette son le tue? Allora t'ho beccata...tu c'hai lo smalto color fango ... tu sei alla moda abbestia !!!:-D

    Quanto alla tua nipote di 4 mesi, tui ha sicuramente capito... ricorderà le parole e le scriverà presto nel suo fashion blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne ho ideata Silvietta, a me sembravano i classici gambaletti. Il marketing si fa strada anche ai mercatini.
      Sono buonissimi insieme, fidati! Devi farle cuocere bene, ogni tanto aggiungici un bicchiere d'acqua e coprile con un coperchio così non si bruciano e diventano della morbidezza giusta...poi fammi sapere ;)

      siii sono le mie! ebbene sì, ERO alla moda... e quello è fango. che occhio :P
      Ora ho ripreso a mangiarle, vedo le foto vecchie e stento a crederci che le avevo così lunghe. Sob.


      Oddio, va bene tutto ma fesssssscion blogger nooooo!!!

      Elimina

mi vuoi dire qualche cccosa?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...