RSS

Tratto da una storia vera

Storia di ordinaria follia, titolo:
ho visto cose che solo all'università di Forlì.

''ciao...ti chiami Emy giusto?''
''ehm...sì''
''allora come va? ti senti pronta per l'esame?''
''sì dai... mi preoccupa l'esercizio''
''ma quanti esami ti mancano? sei del mio corso vero?''

Finito l'esame, il tizio mi si avvicina nuovamente:

''allora? come è andata?''
''bene bene... senti ma tu come ti chiami?''
''mah...non importa, tanto non ci vedremo più''

E' successo ieri e sono ancora sconvolta. Però una cosa l'ho capita, i forlivesi sono tutti una massa di rincogl. Quindi io è con questa gente che interagisco ogni giorno? Con questi esemplari dovrei fare amicizia? Ma meglio sola và. E vi garantisco che era serio, si è voltato ed è andato via.

Stamattina mi sono recata dal meccanico delle biciclette ed ho capito che da grande voglio fare la biciclettaia. Tanto per cambiare -vedi alla voce: i forlivesi sono tutti una massa di- al mio saluto risponde con ''puoi cavare quella bicicletta dal mezzo?''. Cavare. Dal mezzo. What?!
'Cavare' ci sono, lo so! lo so! Significa togliere. Ma un buongiorno? Un salve che cazzo vuole di sabato mattina? L' avrei tollerato, forse. E niente, quindici euro e via.
Ho maledetto anche te, appresso a quel invornito di ieri. Sappilo biciclettaio, sappilo!

Ad ogni modo, mi hanno abbandonata due (bicicletta e pc) delle tre cose più importanti che ho a Forlì. Fossi in Andrea inizierei a grattarmi.

p.s. la serata di ieri l'ho passata a letto, a farmi bucare due vesciche grandi quanto l'ignoranza del Trota, ai piedi. Invidiatemi. #quelsant'uomodiAndrea

27 commenti:

  1. Che stronzoidi! Io al tizio gl'avrei tirato un calc'in culo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cervello, ero troppo impegnata a sconvolgermi.

      Elimina
  2. BUONGIORNO!!! ( Cerco di rimediare alla scortesia della gente.. )
    Gente che la mattina si mangia pane e veleno... ACIDI!!!
    E cmq il tizio dell'università è da film... ha la personalità perfetta del serial killer!
    buon week!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero, da proporre a qualche regista -.-

      ciao silvietta :**

      Elimina
  3. La cosa fantastica è che per lui non è fondamentale dirti come si chiama, però sapere quanti esami ti mancano sì!
    Questi tizi mi lasciano sempre sconvolta...mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo Love. Che tristezza certa gente. Ha indagato e per lui era sufficiente -.-"

      Elimina
  4. mmm e se invece l'esame di questo tizio fosse andato male e quindi lui avesse deciso dopo la prova di lasciare l'università? non ci pensate?

    e forse prima voleva fare il bellillo con te, poi ha acquisito informazioni tipo che sei già accoppiata e quindi ha pensato di darti un addio di quelli tipo Huphrey Bogart in Casablanca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. accoppiata mi fa rabbrividire. :P

      No no si era già avvicinato con quest'aura di mistero. E poi, come sapeva il mio nome? Io non ci ho mai parlato prima.

      Elimina
    2. Io infatti mi concentrerei su questo. Che era stronzo, si', ma ti ammirava in segreto.

      Elimina
  5. Andrea santo subito direi!!!! Ahahahahah... :) Sappi che se continui a parlare così "male" dei forlivesi non mi aiuti neanche un pochino ad auto-convincermi che possa essere una seconda scelta decente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. criii ma devi venire, ci sono io...non basta?? :**

      Elimina
  6. Non si tratta di Forlì o no; secondo me si tratta di stronzaggine e scortesia e basta! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1 caso può fare la stronzaggine della singola persona, più casi fanno la scortesia dei forlivesi ;)

      Elimina
  7. più che tristezza tanta maleducazione O.o ti dico i fatti miei e non mi dici nemmeno il tuo nome ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti sono rimasta sul vago, di certo non gli ho detto che morivo di paura per l'esame e che mi mancano ''pochi'' esami ;)

      Elimina
  8. ah beh...di gente così ne è piena qualsiasi sede universitaria! ma la differenza tra questo tizio e un altro qualsiasi che ti chiede il nome per dimenticarselo due secondi dopo (ma ti stressa comunque con domande sull'esame) è veramente minima. Anzi..io quasi quasi apprezzerei la schiettezza! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea mi fa 'almeno è stato sincero'. Hai presente che prima di un esame si è tutti amici, tutti che si parla, ci si confronta, si ride... usciti dall'aula, ESTRANEI. Il giorno dopo non ci si saluta nemmeno! io i primi tempi non lo sapevo mica, salutavo e vedevo che non ricambiavano.... che robe strane davvero. Il giorno dell'esame però 'scusa sai mica questo com'è?' 'mi suggerisci il primo esercizio, e questo e quell'altro'.... provo solo schifo per il mio ambiente univesitario.

      Elimina
    2. Esattamente così pure a Padova! io me la son sempre presa a morte e salutavo ad oltranza anche quelli che non mi cagavano. Poi ho deciso che non avevo più voglia di praticare la socialità!
      Non inacidirti pure tu..resisti! :)
      E se non discrimini sull'alimentazione, passa a trovarmi sul blog se ti va, anche se non sono vegerariana! :P

      Elimina
    3. Ovvio che non discrimino, scherziamo? ;)
      Non sapevo avessi un blog, purtroppo non ho molto tempo per girare e spesso non sono a conoscenza che dietro ad un avatar si nascondi un blog.. verrò presto a trovarti! baci :*

      Elimina
  9. Emy!! Ancor non ci credo per quella risposta... Bah!
    Il mondo e' bello perché e' vario.. Consoliamoci così!
    Se ti consola, io all'università aiutavo tutti e talvolta ne approfittavano anche per farsi riaccompagnare a casa (tipo una che nel tragitto 1h Milano-BG ha parlato con tutto il suo parentado facendomi sentire una emerita tassista.. In piu ha pretesi che la lasciassi davanti a casa (lei che abitava da tutt'altra parte della città!). Risultato: 1 h per esame e 3 h per rientrare a casa ... :-/
    Come va ora il piede?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, Vaty...ma chi te lo faceva fare? con me non sarebbe durata tre giorni sta tizia -.-" certa gente non si fa scrupoli davvero :S

      I piedI vanno benino ORA... diciamo che cammino senza soffrire troppo con un calzino ben imbottito sotto e le scarpe chiuse :( sai cosa? Ieri la bici mi ha abbandonata in un punto lontana da casa e me la sono dovuta fare a piedi con dei sandali pessimi e piatti.... i piedi hanno sfregato tantissimo e mi si sono formate delle vesciche enormi sotto la pianta... ma ti giuro ENORMI e belle pienotte :( quindi ho letto su internet che bastava un ago sterile per bucherellarle e fare uscire l'acqua creatasi, non sai che male! :**

      Elimina
  10. Dai per gente così ce ne sono altrettante fantastiche...basta avere la voglia di scoprirle...cmq in effetti a Bologna ogni volta che ho incontrato un forlivese in trasferta non è mai andata bene a livello di comunicazione...saranno geneticamente predisposti all'antipatia...ma a forlì non ci sono altre persone di altre regioni con cui interagire? Io proverei con loro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Sabina, giuro! Qui da me, ossia economia, è difficile che trovi gente del sud o di altre regioni... voglio dire, chi sano di mente verrebbe a fare ECONOMIA a forlì???
      A lingue, a criminologia sono più i meridionali che il resto!!

      Elimina
  11. la biciclettaia! è un gran bel lavoro, in effetti. è uno di quei pochi dove puoi trattare di merda la gente quando c'hai le balle girate, perché fa *personaggio*

    RispondiElimina
  12. Comunque e' pure colpa nostra che non rispondiamo a tono a questa gente. Peccato che la battutina velenosa ideale di solito ti viene in mente verso le tre del mattino, quando e' ormai troppo tardi :-/

    RispondiElimina
  13. Mmm... in genere adoro certi individui dalla risposta acida. Chissà perchè. Non mi viene in mente proprio niente. No. Comunque. Alla Emy, no. Non mi sarei mai sognata di rispondere così. Che, scherziamo? :D

    RispondiElimina
  14. Ciao ma... tu come ti chiami? =D

    RispondiElimina

mi vuoi dire qualche cccosa?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...